Boicotta Israele

marzo 16, 2011

Partorire in manette? Succede in Israele

Filed under: news — Tag:, , — boicottaisraele @ 8:00 am

http://www.giornalettismo.com/archives/117747/partorire-in-manette-succede-in-israele/

Il Comitato per i Diritti Umani Femminili delle Nazioni Unite denuncia la situazione di degrado in cui vengono costrette a vivere le donne palestinesi nelle carceri di Israele. Dal 1967 più di 700.000 palestinesi sono stati nelle prigioni e nei centri di detenzione israeliani. Di questi prigionieri almeno 10.000 sono donne. Attualmente i prigionieri – quasi tutti membri del  Consiglio Legislativo Palestinese – sono 7.500, di cui 37 sono donne.
CONVENZIONE DI GINEVRA – Fabrizia Falcione, membro del Comitato , spiega come sia assolutamente urgente affrontare la questione relativa ai diritti di queste detenute. “La situazione delle donne e dei minori di origine palestinese nelle carceri israeliani è davvero pessima. In termini di numeri, le donne sono poche rispetto agli uomini palestinesi ospiti delle prigioni di Israele, ma la loro condizione è peggiore. Le loro esigenze sono neglette, i loro diritti costantemente violati. Le donne si trovano nelle prigioni di Hasharon and Damon, entrambe site fuori dal territorio palestinese occupato, in aperta violazione dell’Articolo 76 della Quarta Convenzione di Ginevra.”


RATTI E SCARAFAGGI -Le donne, e i figli piccoli che vivono con loro in questa situazione, riferiscono che le celle sono infestate da scarafaggi e topi, le lenzuola sono luride e puzzolenti, gli scarichi perennemente intasati. Per esempio non godono di assistenza medica né ginecologica. “Le donne, come sancito dal CEDAW, il Comitato per l’Eliminazione della Discriminazione contro le Donne, necessitano di attenzione medica continuativa. Soprattutto durante la gravidanza. Invece “nelle carceri israeliane le donne palestinesi vengono tenute ammanettate durante il parto, e anche subito dopo. Non ricevono alcuna assistenza medica e vengono private dei loro bambini appena compiono due anni.”

1 commento »

  1. La ipocrisia dell’occidente non ha limiti manifestano per salvare Sakin, la donna Iraniana che ha ucciso insieme l’amante il proprio marito, dalla pena di morte mentre quelle donne palestinesi, carcerate ingiustamente dai sionisti, sono nell’oblio e nella oscurità totale.

    Commento di Walid Fayez — marzo 27, 2011 @ 6:13 PM


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: